NOVENA DI NATALE  dal 16 al 24 dicembre

NOVENA DI NATALE dal 16 al 24 dicembre

1º GIORNO (16 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Ecco, desidero passare un tempo con te, desidero solamente mettere la mia piccola culla nel tuo cuore. Oggi ti chiedo di mettere qui dentro, sopra questa poca paglia, il rumore che c’è dentro la tua anima. Quante voci che parlano, che gridano, che ti distraggono, che ti confondono, che ti eccitano! Non riesci a trovare la calma e un po’ di silenzio per ascoltarti. Anche se resti da sola, piccola anima, ti accorgi che il tuo silenzio è più ricco di frastuono di quanto tu potessi immaginare, e senti dentro le tue orecchie un turbinio
incessante. Fermati, vieni qui, non c’è nessuno, ci siamo tu ed Io… Dimmi quale è stato oggi il rumore più forte, più doloroso da sopportare? Ancora ne senti l’eco? Ma ora sei qui, chiudi gli occhi, ascoltami, dammi le tue mani, ti sto preparando la mia culla nel tuo cuore; non temere, lasciami fare…
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con
te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– In mezzo alle angustie del tempo presente   Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

– Nella speranza di contemplare in Cielo quelle realtà in cui gli Angeli bramano fissare lo sguardo Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

– Per noi stessi e per quanti attendono con fiducia la Tua venuta  Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

– Per il mondo intero e per gli uomini che ancora non Ti conoscono  Noi Ti invochiamo, o Bambino Gesù.

O Bambino Gesù, degnati di accogliere la preghiera di quanti credono e sperano in Te; vieni presto a liberarci da questo nostro esilio, e riuniscici nel Tuo regno glorioso, dove Tu vivi e regni con il Padre e lo Spirito Santo nei secoli dei secoli. Amen.

2º GIORNO (17 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Ecco, desidero mettere la mia piccola culla nel tuo cuore. Oggi vieni e metti qui dentro il sudore della tua anima: quanto lotta, quanto si affatica, quanto rimane in ansia, si tormenta, attende, spera, qualche volta arriva ad unire qualche goccia di sangue al suo sudore per quanta angoscia sente e paura e non sa come affrontare questi nemici invisibili,
ma potenti e reali, strumenti opprimenti di un mondo che ti opprime, e alla fine ti senti sfinita. Piccola anima, avvicinati, rimani un po’ qui accanto a questa piccola culla che ho messo nel tuo cuore, rimani in silenzio. Ecco una goccia della tua vita passa tra le tue mani, è già caduta, ma ce ne sono ancora tante e piene d’amore. Non rattristarti, la vita è un dono meraviglioso, vivilo ora, è uno spettacolo stupendo. Sei delusa, piccola anima? Coraggio, figlia, abbi speranza nel tuo cuoricino, ascoltami e lasciami fare…Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– Perché comprendiamo con tutti i Santi il mistero del Regno al quale siamo chiamati  Noi Ti preghiamo, Cristo Gesù ascoltaci.

– Perché possiamo comprendere che in Te formiamo il popolo grande e ricco di ogni benedizione promessa al nostro padre Abramo Noi Ti preghiamo, Cristo Gesù ascoltaci.

– Affinché tutte le famiglie della terra siano benedette in Te  Noi Ti preghiamo, Cristo Gesù ascoltaci.

– Perché tutti i popoli vengano dall’Oriente e dall’Occidente e siedano a mensa nel Regno dei Cieli Noi Ti preghiamo, Cristo Gesù ascoltaci.

Il tuo aiuto, Signore, ci renda perseveranti nel bene in attesa del Cristo, tuo Figlio; quando Egli verrà e busserà alla porta ci trovi vigilanti nella preghiera ed esultanti nella lode. Per Cristo nostro Signore. Amen.

3º GIORNO (18 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Eccomi, sono qui nel tuo cuore con la mia piccola culla, vieni e fermati qui con Me…
Cosa mi vuoi dire in questo nostro momento? Lascia qui la tua stanchezza, la tua delusione di questo giorno. Vorresti delle risposte, ma non ne hai e ti senti un vuoto che ti riempie. Non pensare al tempo che passa, perché il tuo tempo è solo ora, a te appartiene solo questo momento, senti la vita in te pulsare adesso, senti il tuo cuore che batte in questo istante; ogni momento nasce una speranza, ma devi viverla. Vedi questa culla? È piccolina, ma da qui è iniziata una lunga storia d’amore che è la tua, una storia che non è finita perché manchi tu. Fidati di Me: se mia Madre, se nostra Madre non avesse avuto fede e speranza, questa storia stupenda sarebbe rimasta un sogno di Dio. Aspetta, non rattristarti, non andare via, rimani qui, desidero consolarti, ascoltami e lasciami fare…
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– Perché otteniamo il perdono dei nostri peccati e la purificazione da tutte le nostre colpe  Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

– Perché otteniamo l’aumento della fede e della nostra adesione alla volontà di Dio  Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

– Perché otteniamo l’aumento della speranza nei beni eterni promessi da Dio  Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

– Perché otteniamo l’aumento della carità e della grazia che ci rendono conformi alla santità di Dio Noi Ti preghiamo, manda il tuo Spirito, o Signore.

O Dio onnipotente che ci chiami a preparare la via al Cristo Signore, fa’ che per la debolezza della nostra fede non ci stanchiamo di attendere la consolante presenza del Medico Celeste. Per Cristo nostro Signore. Amen.

4º GIORNO (19 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Piccola anima, sono ancora qui nel tuo cuore con la mia piccola culla. Oggi portami tutte le tue certezze, tutte le tue convinzioni, tutto ciò per cui lotteresti fino alla fine e contro tutti, portami la tua razionalità e competenza, la tua forza e la tua capacità… Se tu conoscessi un solo attimo d’eternità, sapresti che solo l’anima ha una certezza, che è l’amore di Dio. Il mondo non ha certezze perché vive nel tempo e in esso nulla è eterno.
Piccola anima, lasciati cullare, cerca solo l’amore del Padre divino, per questo posso aiutarti. Quietati, tutte le lotte per conquistare il mondo finiranno, il tempo finirà. Cerca tesori di pace, giustizia e amore nel mio Regno che sta dentro di te, basta cercarlo. Sei stata creata per amare ed essere amata, piccola anima. Guarda intorno a te, smetti di avere paura, ti desidero saggia ma forte, ama la speranza e avrai qualcosa di eterno tutto tuo.
Non sai come fare? Posso aiutarti, insegnarti, credo molto in te, ti conosco da molto tempo, ho bisogno che ti fidi di Me; vedrai, lasciami fare…
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– Perché comprendiamo con quale amore Dio ci ha amati e ci ha resi suoi figli  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

– Perché la pigrizia e la viltà non ci impediscano di professare apertamente la nostra fede in Cristo e nel Vangelo  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

– Perché i predicatori e i catechisti, come Giovanni Battista, mostrino con efficacia agli uomini Cristo Salvatore  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

– Perché tutti gli uomini del nostro tempo riconoscano che non è possibile costruire un mondo buono e giusto senza fondarlo su Cristo, uomo perfetto e Figlio di Dio Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

O Cristo Signore, Tu sei l’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo: aiutaci a riconoscere i nostri limiti e la nostra miseria, perché solo così possiamo ottenere la salvezza. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

5º GIORNO (20 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Sono qui, eccomi, con la mia piccola culla nel tuo cuore. Oggi portami la tua gelosia, quella terribile e astuta nemica che si chiama invidia, portami tutti i pensieri negativi, le critiche terribili, racchiuse dentro di te e che hai accumulato contro amici, conoscenti, sconosciuti e chiaramente nemici! Portami il sacco pesante della tua rabbia che si mescola con sorella ira. Quanto chiasso fanno! Placale, stanno sconvolgendo il tuo cuore e lo stanno lasciando arido, duro, sta quasi per spezzarsi… La tua povera anima sconvolta in cerca di pace e di un po’ di luce corre qua e là senza sosta! Portami questo peso doloroso, nascosto in meandri sottili, ormai maleodorante, un peso che non vuoi buttar via, piccola anima, lasciati abbracciare e accarezzare. Non temere, Io non ti giudico, la luce può tornare a brillare in te. Rimani in silenzio, guardati nel tuo profondo; ti darò acqua pura e potrai lavarti, e purificherò il tuo cuore, lasciami fare…
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con
te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– Perché siamo fedeli agli impegni assunti nel nostro Battesimo e portiamo a termine la nostra vocazione  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

– Perché, ad imitazione di San Giuseppe, siamo sempre disponibili all’obbedienza al divino volere, anche quando tutto ci appare oscuro  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

– Perché siamo capaci di ascoltare, nel silenzio interiore, la voce delle divine ispirazioni  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

– Perché il nome di Gesù, nel quale solo c’è speranza di salvezza, sia conosciuto e invocato da tutti gli uomini  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Signore.

Disponi, o Padre, i nostri cuori a ricevere nel tempio vivo della Chiesa la tua misericordia, perché la nuova nascita del tuo Figlio ci liberi dalla schiavitù del peccato e ci renda degni di partecipare alla ricchezza della tua grazia. Per Cristo nostro Signore. Amen.

6º GIORNO (21 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Oggi è un giorno speciale: eccomi a te, nel tuo cuore con la mia piccola culla… Oggi è il sesto giorno, come quando creai l’uomo e a lui alitai il mio Spirito… Oggi portami il perdono, sì, il tuo perdono, accettare, capire, accogliere, giustificare, dimenticare il male, l’odio, il dolore, la ferita, il trauma, la perdita, l’indifferenza, la calunnia, il tradimento che l’altro ti ha inferto, provocato, gettato addosso, causato ingiustamente, perpetrato.
Quale grande amore conduce a questo, può condurre al vero perdono del cuore? Solo il riflesso vero e puro dell’Amore di Dio in un cuore può condurre a questo… Tu, anima eterna, ama e perdona: troverai riposo nelle dimore eterne, ti donerò altre beatitudini.
Anime che hanno perdonato per vero amore nel mio Santo Nome dimorano nei cieli superiori, dove incantevoli armonie le circondano e avvolgono le anime eternamente in Dio… Se ancora non hai la forza per perdonare con tutto il tuo cuore, Io ti aiuterò, ma tu devi donarmi la tua memoria, non tenerla stretta al tempo che già è passato, dalla a Me e poi lasciami fare…
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con
te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– Per il “sì” libero e generoso pronunciato da Maria nel momento dell’Annunciazione  Noi Ti ringraziamo, o Gesù.

– Perché, per mezzo di Maria, Ti sei fatto uomo e sei divenuto nostro fratello  Noi Ti ringraziamo, o Gesù. 

– Perché hai associato la Madre tua a tutto il mistero di redenzione e di salvezza degli uomini  Noi Ti ringraziamo, o Gesù.

– Perché ci hai dato la Madre tua come nostra Madre amatissima  Noi Ti ringraziamo, o Gesù.

7º GIORNO (22 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Oh piccola anima mia, oggi porto la mia culla nel tuo cuore, oggi è il settimo giorno, il giorno in cui mi riposai dopo la creazione; desidero che anche tu possa vivere un momento di riposo con Me. Portami il tuo orgoglio, la tua superbia, sì, il tuo ego così grande, così vanitoso, sempre in cerca della sua vittoria, del suo primo posto, e si sforza così tanto!
Spesso è così duro, insensibile, incoerente. L’altro è quasi sempre un nemico, la colpa è praticamente sempre la sua. Quanto sforzo, entra in un vortice che crea tante difficoltà, mente per non perdere e accetta qualsiasi compromesso, ma subisce sconfitte amare…
Ascolta, rinuncia a ciò che ti fa male, sii semplice, piccola anima, liberati da tanto peso, puoi conquistare il mondo intero, ma perdere la pace; non la pace che dà il mondo, ma la vera pace, quella che solo IO posso darti, la luce, l’amore, la vita vera. Riposati accanto a Me, ti voglio aiutare, desidero ricordarti come era meraviglioso il giardino dove tu avevi aperto gli occhi la prima volta, non ricordi più? Rimani qui vicino a Me e lasciami fare…”.
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne. Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– Per l’immenso amore che Ti ha spinto a farti nostro fratello  Noi Ti lodiamo, onore e gloria a Te, Signore Gesù!

– Perché ci hai raccolti nella tua Chiesa, arca di salvezza  Noi Ti lodiamo, onore e gloria a Te, Signore Gesù!

– Perché ci hai dato la speranza della vita gioiosa e senza fine nel tuo regno  Noi Ti lodiamo, onore e gloria a Te, Signore Gesù!

– Per riparare al peccato degli uomini che non Ti hanno accolto e non Ti amano  Noi Ti lodiamo, onore e gloria a Te, Signore Gesù!

Risplendi su di noi con la luce della tua gloria, Signore Gesù Cristo, e la tua venuta vinca le tenebre del male e porti a tutti gli uomini la liberazione dalla schiavitù del peccato. Tu che vivi e regni nei secoli dei secoli. Amen.

8º GIORNO (23 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Sono felice, piccola anima, e sono qui: ecco la mia piccola culla nel tuo cuore. Oggi ti chiedo un bicchiere d’acqua fresca e un sorriso. Credi sia poco? Credi sia facile? Eppure quante volte hai avuto il tempo, il desiderio e l’amore di donare spontaneamente qualcosa ad un tuo fratello bisognoso che te lo chiedeva o che, semplicemente, ne aveva necessità?
Ah, sì, o non avevi tempo, o non avevi i soldi o forse avevi paura di essere assalita e derubata. Magari hai pensato che poteva usare i tuoi soldi per droga o alcool; ma tu non sei stata chiamata a giudicare, ma ad aiutare. L’occasione l’hai avuta, ma l’hai fatta scivolare via? Lo sai che anch’Io ho bisogno di tante cose? Spesso ho fame, ho sete, a volte dormo per strada e fa freddo, e non ho con cosa coprirmi. Quando di giorno sto seduto su di un marciapiede o su di un muretto, passa tanta gente, molti mi guardano e fanno finta di nulla, come se fossi invisibile, altri girano la testa dall’altra parte, altri abbassano gli occhi a terra; ma tu, me lo fai un sorriso vero? Se mi incontri, mi regali un sorriso che è luce del cuore? Non ti chiedo molto, potresti fermarti e parlare un momento con Me? Lo so, non mi lavo da tempo, ma non ti chiedo di avvicinarti molto, solo dirmi “ciao”, dirmi il tuo nome e chiedermi il mio… Nessuno mi dà tanta considerazione: vale più di un pranzo, è come una carezza all’anima, mi fa sentire vivo, qualcuno mi ha visto, non sono più invisibile… Non ci hai mai pensato? Non ci riesci? Sì, puoi riuscirci, solo amare. Bene, rimani qui vicino a Me, voglio dirti qualcosa, lasciami fare…
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…”.

Preghiamo:
– Padre Santo, che per mezzo del Figlio tuo ci hai liberati dal peccato e dalla morte, togli ogni ansia e ogni tristezza dai nostri cuori.  Noi Ti preghiamo, mostraci, Signore, la tua Misericordia.

– Tu che hai promesso al tuo popolo un germoglio di giustizia, conserva pura e santa la tua Chiesa.  Noi Ti preghiamo, mostraci, Signore, la tua Misericordia.

– Tu che in Cristo ci hai dato ogni bene, fa’ che non ci separiamo dalla comunione di amore del tuo Spirito  Noi Ti preghiamo, mostraci, Signore, la tua Misericordia.

– Tu che infondi nel nostro cuore la beata speranza della salvezza, conservaci fedeli e vigilanti fino al giorno del Signore Gesù  Noi Ti preghiamo, mostraci, Signore, la tua Misericordia.

Oppressi dal giogo del peccato, aspettiamo da Te, Padre misericordioso, la nostra redenzione; fa’ che la nuova nascita del tuo Figlio ci liberi dalla schiavitù antica. Per Cristo nostro Signore. Amen

9º GIORNO (24 Dicembre)

Gesù, dolce ricordo, che dai le gioie del cuore; ma più che il miele e tutte le cose è dolce la Tua presenza. Niente si canta di più soave, niente si ode di più lieto, niente si pensa di più dolce di Te Gesù, Figlio di Dio. Gesù, speranza per quelli che si pentono, quanto pietoso sei per quelli che ti pregano, quanto buono per quelli che ti cercano, ma che cosa sei per quelli che ti trovano? Né la lingua basta a dirlo né lo scritto ad esprimere: chi ha provato può credere che cosa sia amare Gesù. Sii, Gesù, la nostra gioia, tu che sei il premio futuro. La nostra gloria sia in te sempre per tutti i secoli. Amen. (San Bernardo)

Gesù all’anima:
“Oh piccola anima, questa notte, dentro la piccola culla che ho nascosto nel tuo cuore, Io verrò per stare e rimanere con te. Sono piccolino, ma è un miracolo eterno che si ripete, sono IO questa notte che ti porto qualcosa, ti porto la mia luce, la mia armonia, la mia pace; ti porto il cielo, l’eterno, ti porto la vita. Sai, piccola anima mia? Ti porto la salvezza: vieni con Me e vivi la mia storia che è anche la tua, dal legno di questa culla piccolina fino al legno della croce, dove come uomo ti guarderò per l’ultima volta, prima di morire per te dopo aver vissuto con te e per te una storia di profondo amore. So che avrai tante difficoltà, ma se aprirai il tuo cuore ed abbraccerai questo mio Amore eterno per te, dopo tanta strada ci rincontreremo, mi riconoscerai, non sarò più piccolino nella mia culla, non sarò più adulto inchiodato sulla croce, ma sarò glorioso nel mio Regno per accoglierti e abbracciarti nelle mie Dimore Eterne, non ci credi? Allora, da questa notte in poi lasciami fare…
Lasciami fare questo solo per amore…
Lasciami entrare nel tuo cuore per chiamarti.
Lascia che ti chiami per parlarti con la lingua degli angeli.
Lascia che ti parli per illuminarti d’immenso.
Lascia che ti illumini per salvarti in eterno.
Lascia che ti salvi per portarti con Me nelle dimore eterne.
Lascia che nelle dimore angeliche possa darti l’eterna beatitudine nella gloria divina.
Lascia che ti dia la vita eterna per stare sempre insieme a Me e all’Amore che ti creò.
Lasciami fare questo solo per abbracciarti con tenero amore e rimanere per sempre con te, poiché fu per questo che ti creai.
Lasciami bruciare d’amore divino ed eterno solo per te.
Lasciami fare, lasciami fare tutto questo solo per amore…
Ed anche se dovessi rifare tutto nuovamente, dalla mia culla alla mia morte in croce, per la tua salvezza, per darti la vita, per aprirti le porte del cielo, piccola anima mia, il tuo Gesù, IO, lo farei con tutto il mio Amore, solo per te…”.

Preghiamo:
– Perché accogliamo con cuore semplice e puro il tuo mistero di salvezza  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Gesù.

– Perché i piccoli e i poveri di questo mondo riconoscano la loro dignità di figli di Dio e gioiscano di essere l’oggetto della preferenza divina  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Gesù.

– Perché tutti gli uomini Ti accolgano e credano in Te  Noi Ti preghiamo, ascoltaci, o Gesù.

O Dio, che ci hai radunato a celebrare in devota letizia la nascita del tuo Figlio, concedi a noi e a tutta la tua Chiesa di conoscere con la fede la profondità del tuo mistero, e di viverlo con amore intenso e generoso, per Cristo nostro Signore. Amen.