Il Santo del Giorno

santi 3
santo del giorno

LE SACRE CENERI

Il Mercoledì delle Ceneri è il giorno nel quale ha inizio la Quaresima, il periodo di quaranta giorni che precedono la Pasqua di Risurrezione e nei quali al Chiesa cattolica invita i fedeli ad un cammino di penitenza, di preghiera, di carità per giungere convertiti al rinnovamento delle promesse battesimali, che si compirà appunto la Domenica di Pasqua.

Momento caratteristico della liturgia del Mercoledì delle Ceneri è lo spargimento, da parte del celebrante, di un pizzico di cenere benedetta sul capo dei fedeli accompagnato dalle parole: «Convertitevi e credete al Vangelo» (Mc 1,15).

Se desideri essere avvisato ogni volta che c’è una ricorrenza o una novena importante e ricevere ogni mattina il commento alla Parola del giorno, invia una richiesta tramite messaggio al numero di cellulare: 3478399888. Verrai inserito nel gruppo WhatsApp (gestito solo dagli amministratori).

In questa pagina sono segnalati uno o più anniversari e ricorrenze liturgiche importanti della settimana e i Santi che si sono distinti per la profonda devozione alla Santa Vergine.

Se vuoi maggiori informazioni, 
CLICCA
SULL’IMMAGINE:

 

 dell’articolo di approfondimento: vaticannews.va

ilsantodelgiorno.it

  • MERCOLEDÌ DELLE CENERI

    CONSIGLIATI SUL WEB

    I MISTERI DEL TERZO SEGRETO DI FATIMA

    Il vaticanista Saverio Gaeta fa il punto sul cosiddetto "terzo segreto di Fatima" e sul testo rivelato il 26 giugno del 2000.
  • MERCOLEDÌ DELLE CENERI

    CONSIGLIATI SUL WEB

    LE APPARIZIONI DI FATIMA

    Documentario
  • MERCOLEDÌ DELLE CENERI

    CONSIGLIATI SUL WEB

    IL SANTO ROSARIO TERRORE DEI DEMONI

    L'esorcista padre Francesco Bamonte rivela quanto il Rosario sia temuto dai demoni
  • MERCOLEDÌ DELLE CENERI

    CONSIGLIATI SUL WEB

    MAÏTI, LA FORZA DEL PERDONO CHE TRASFORMA L’UOMO

    La testimonianza di Maïti Girtanner, arrestata, percossa e torturata per quattro mesi da un medico della Gestapo, con segni indelebili sul corpo, ma capace di perdonare Léo, il suo aguzzino che, ormai malato di cancro, si presentò a casa sua quarant’anni più tardi per chiederle perdono.