Beata Vergine Maria del Rosario – 7 ottobre

Beata Vergine Maria del Rosario – 7 ottobre

L’origine della Madonna del Rosario è stata attribuita all’apparizione di Maria a san Domenico nel 1208 a Prouille, nel primo convento da lui fondato.

La celebrazione della festività ha invece origine devozionale e si collega con la vittoria di Lepanto (1571) che arrestò la grande espansione dell’impero ottomano.


ORIGINE DELLA FESTIVITÀ

S. Pio V, Papa mariano e domenicano, aveva affidato a Maria Santissima le armate e i destini dell’Occidente e della Cristianità minacciati dai turchi musulmani: prima della partenza della Lega Santa per gli scenari di guerra, S. Pio V benedisse lo stendardo raffigurante, su fondo rosso, il Crocifisso posto fra gli apostoli Pietro e Paolo e sormontato dal motto costantiniano In hoc signo vinces. Tale simbolo, insieme con l’immagine della Madonna e la scritta S. Maria succurre miseris, issato sulla nave ammiraglia Real, sarà l’unico a sventolare in tutto lo schieramento cristiano quando, alle grida di guerra e ai primi attacchi turchi, i militi si uniranno in una preghiera accorata. Mentre si moriva per Cristo, per la Chiesa e per la Patria, si recitava il Santo Rosario: e i prigionieri remavano ritmando il tempo con le decine dei misteri. L’annuncio della vittoria giungerà a Roma 23 giorni dopo.

Da allora in poi, inoltre, si utilizzò ufficialmente il titolo di Maria Auxilium Christianorum, titolo che non sembra doversi attribuire direttamente al Pontefice, ma ai reduci vittoriosi, che ritornando dalla guerra passarono per Loreto a ringraziare la Madonna.

Il trionfo fu attribuito da S. Pio V all’intercessione della Vergine Maria e alla preghiera che il popolo cristiano aveva indirizzato alla Vergine nella forma del rosario e, a seguito di ciò, istituì dal 1572 la festa del Santo Rosario, alla prima domenica di ottobre. Papa Clemente XI nel 1716 estese la festa alla Chiesa universale. Fu fissata definitivamente al 7 ottobre da Papa Pio X nel 1913. 

Questa memoria, che inizialmente si chiamava S. Maria della Vittoria, ora è intitolata più propriamente alla Beata Vergine del Rosario, nome introdotto nel 1960.


LA MADONNA DEL ROSARIO DI POMPEI

Madonna del Rosario di Pompei

Nella basilica di Pompei – città la cui patrona è proprio la Madonna del Rosario – si conserva una tela che raffigura la Madonna che porge il rosario a S. Domenico e a S. Caterina da Siena, di non eccelso valore artistico e restaurata, ma di notevolissimo valore spirituale poiché oggetto di culto molto intenso e diffuso, con pellegrinaggi che si concentrano durante le due suppliche, l’8 maggio e la prima domenica di ottobre. Il noto Santuario di Pompei fu fondato da un avvocato anticlericale e dedito allo spiritismo, Bartolo Longo, che si convertì per dedicarsi ai poveri. É visitato da oltre 4 milioni di pellegrini l’anno che giungono a Pompei per venerare la Madonna del Rosario.

“Preghiera evangelica, il rosario riflette il modo stesso con cui il Verbo di Dio ha operato la redenzione: di essa il rosario considera in una ordinata successione i principali eventi salvifici che si sono compiuti in Cristo: dalla concezione verginale e dai misteri dell’infanzia fino ai momenti culminanti della Pasqua e agli effetti che essa ebbe sia sulla Chiesa nascente nel giorno  di Pentecoste, sia sulla Vergine Maria nel giorno in cui ella fu assunta in corpo e anima alla patria celeste.”

(S. Paolo VI, Marialis cultus, 45)

(Fonti: it.cathopedia.org, Famiglia Cristiana.it, papaboys.org)

Chiudi il menu